Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2011

Cultura umanistica e business, connubio impossibile?

Cultura umanistica e business, connubio impossibile? Non secondo Martha Nussbaum ed il suo libro "Non solo profitto. Perché le democrazie hanno bisogno della cultura umanistica"(Il Mulino, 2011).

Il libro parte con un’analisi critica di dove sta andando l’attuale sistema scolastico a livello globale. L’attuale preparazione scolastica sembra dimenticare l’importanza dello studio dei classici, della letteratura, della storia e delle arti per privilegiare percorsi formativi di taglio più tecnico ed economico.
Fin qui nulla di male, le nuove sfide dell’economia richiedono anche profili più specialistici che sappiano entrare con velocità nei cicli produttivi del business.
La parola chiave però è “anche”, non “solo”. L’economia globalizzata ha bisogno “anche” di formazione operativa, finalizzata a massimizzare la produttività ma questa non può essere “solo” l’unica modalità di formazione dei futuri cittadini del mondo e dei managers.
La sfida che i nuovi mercati, la globalizzazione, i…

Recensione libro "Story-selling" su Economia&Management (SDA Bocconi)

Pubblicata su Economia&Management (sito della rivista di Management della SDA Bocconi) la mia recensione del libro di Andrea Fontana: "Story selling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda" (ed ETAS).

Quali sono le storie che rimangono di più e di cosa parlano? Come invogliare all’acquisto di una storia (d’impresa, di prodotto, di territorio, di carriera, di vita…)? Esiste un modello operativo che – dallo story-telling (la storia) – passi allo story-selling (la vendita)?

In questo libro troverete le risposte. Attendo i vostri commenti

Vi siete mai chiesti perchè all'ultimo "team building" aziendale...

Vi siete mai chiesti perchè all'ultimo "team building" aziendale eravate travestiti da giullari medievali ed avete camminato sui carboni ardenti davanti a tutta la forza vendita?


Forse la risposta non la troverete qui, ma se siete stati coinvolti in qualunque forma di team building aziendale fuori e ne siete usciti, come dire, scettici, è ora di comprenderne le basi teoriche.  Così, almeno, la prossima volta sarete in grado di cogliere il senso di quello che state facendo. Forse.


Il team building è una delle applicazioni attinenti alla psicologia di comunità. Che cos'è la psicologia di comunità? E' una disciplina psicologica di matrice statunitense che studia in modo pragmatico concrete situazioni sociali ed il modo in cui poterle migliorare.


La psicologia di comunità ha i seguenti obiettivi fondamentali:
Prevenzione del disagio;Promozione della salute e del benessere degli individui nei loro contesti;Promozione dell’autoconsapevolezza dei membri della comunità;Part…

"Empowerment" in pillole

L’empowerment è un concetto-chiave in psicologia, il suo significato letterale è “favorire l’acquisizione di potere”, “rendere in grado di…” e indica nel contempo un processo e un risultato.
Negli ultimi dieci anni, il concetto di empowerment si è affermato anche in ambito manageriale e organizzativo, da quando le esigenze di flessibilità imposte dai mercati hanno promosso la valorizzazione delle risorse umane in direzione della competenza e dell’autonomia.
Consideriamo le definizioni di empowerment date da alcuni psicologi e tratte da questo libro che ho appena finito di leggere: "Fondamenti di psicologia di comunità. Principi, strumenti, ambiti di applicazione" Francescato, Ghirelli, Tomai (Carocci, 2002)
Rappaport: processo che permette a individui, gruppi e comunità di accrescere la capacità di controllare attivamente la propria vita influenzando i processi decisionali
Kiefer: acquisizioni individuali inerenti abilità politiche, competenze einformazioni. Empowered è chi è in…