Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2012

Su "Economia&Management" di questo mese: "Siamo fritti. Il teatrino della bassa finanza"

Pubblicata sul sito di Economia&Management (SDA Bocconi) la mia recensione del libro edito da Rizzoli Etas: "Siamo fritti. Il teatrino della bassa finanza: tutto quello che non ci dicono (e come possiamo difenderci)":



"Perché mai dovreste leggere un’altra tiritera sulla crisi, l’euro, lo spread, la finanza crudele? In effetti non è facile: una noia da rimanere stecchiti.[...] Quindi, se per caso volete una crisi da ridere, per un po’ di sano panico preventivo; se cercate una pausa agghiacciante dalle distrazioni quotidiane; se avete la vaga sensazione che qualcosa vi sfugga quando al tiggì dicono che il peggio ormai è alle spalle… sfogliate il libro e date un’occhiata." A questo link la recensione completa. Buona lettura

Una scelta editoriale coraggiosa

Ci vuole coraggio per pubblicare un libro che parla di Microsoft in un periodo come questo in cui gli scaffali delle librerie sono colmi, per ovvie ragioni, di autobiografie di Steve Jobs.
Però il punto è questo, per avere un quadro completo dell'attuale scenario competitivo del mondo high-tech, è importante conoscere anche la storia della più grande e famosa azienda di software al mondo. "Idea man. Io, Bill Gates e altre storie. Autobiografia del cofondatore di Microsoft" (Rizzoli ETAS, 2011) ci offre un'opportunità privilegiata per conoscere questa storia, dall'interno, dalla voce di Paul Allen. Una storia americana Il libro di Paul Allen ha diversi piani di lettura. Il primo, quello autobiografico, ci porta in una normale famiglia americana, quella dove l'autore è nato. Padre bibliotecario, mamma insegnante, Paul scopre fin dall'infanzia un'innata passione per la scienza e le sue applicazioni. Si iscrive all'università dove incontra Bill Gates. Co…