Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2013

Fare networking coi social non serve a niente?

Ne avevamo già parlato qui,ma colgo l’occasione offerta da questo libro per ritornare sul tema-provocazione circa l’inutilità (o quasi) del networking attraverso i social network. L’occasione è data dal libro “Networking is dead” di Melissa Wilson e Larry Mhol. Gli autori ci raccontano come, paradossalmente, in un mondo sempre più interconnesso grazie ai social, il networking professionale sia  diventato meno efficace. Molti si concentrano nell’accrescere il numero dei propri contatti, il successo professionale sembra essere testimoniato dal numero di follower, contacts o friends. In realtà viene trascurata l’importanza del coltivare un numero limitato di relazioni d’affari di alta qualità, basato sulla condivisione di valori comuni. Nel libro “Networking is dead” gli autori forniscono dieci lezioni per costruire una rete di relazioni (vera, non virtuale) fondamentale per il proprio successo professionale. Siete d’accordo? Nelle vostra esperienza, quali sono i luoghi, le occasioni rea…

Il metodo Kaizen applicato ai nostri comportamenti - su "Dirigente" di Ottobre

Com’è possibile trasferire una metodologia applicata al mondo della produzione industriale a quello della crescita individuale? L’autore, Robert Maurer, psicologo e professore universitario statunitense, ci spiega come applicare il metodo Kaizen nella vita di tutti i giorni.
Ne parlo questo mese sulla rivista il "Dirigente" di Manageritalia. Per leggere la recensione completa clicca qui. Buona lettura.